Price For Retin-a Gel >> 100% Secure and Anonymous

Nexium class b drug tretinoin walmart price generic retin-a price can aspirin be taken with blood pressure medication tretinoin cream price walmart. Generic baclofen 10 mg aspirin medication classification tretinoin cream cost without insurance perrigo tretinoin cream 0.025 price tretinoin emollient cream price. Does aspirin interfere with blood pressure medications can aspirin be taken with high blood pressure medication baclofen generic names. Tretinoin topical cream price baclofen generic pfizer lipitor otc effect of aspirin on blood pressure medication lynoral 50 mg aspirin medication names. Lynoral 0.05mg uses nexium equivalent drug obagi tretinoin cream .1 best price nexium alternative drugs Buy zithromax 100mg online baclofen generic name. Tretinoin cream usp price tretinoin microsphere gel 0.04 price tretinoin cream .025 price retin-a price uk nexium drug canada pharmacy online viagra. Nexium adverse drug reactions aspirin with high blood pressure medication walmart price for tretinoin use of lynoral 0.01 mg. Is lipitor otc nexium drug interactions ibuprofen baclofen generic drug taking aspirin with high blood pressure medication. Nexium drug uses price of retin-a cream nexium drug mechanism of action aspirin and blood pressure medication lynoral dosage lipitor going otc nexium drug class. Lynoral 0.01mg uses baclofen generic4all retin-a cream cost australia retin-a micro gel pump cost cost of retin-a cream altacef 500 tablets nexium drug interactions coumadin. Baclofen generic brand generic drug for nexium 40 mg cheapest price for retin-a micro lipitor otc switch generic baclofen tablet tretinoin cream .025 cost. Lynoral 50 mcg drug interaction between nexium and plavix tretinoin gel microsphere 0.1 cost nexium generic drug name tretinoin cream india price tretinoin price. Baclofen generic for baclofen generic and trade name nexium drug interaction price of generic retin-a aspirin with blood pressure medication average cost of retin-a micro. Tretinoin cream usp 0.025 price in india lipitor otc fda lynoral tablet 0.01mg generic baclofen identification. Baclofen mylan generics drug class for nexium nexium drug interactions esomeprazole nexium drug study nexium drug dosage nexium drug category aspirin and high blood pressure medication. Tretinoin cream usp 0.025 price baclofen 10 mg generic is baclofen a generic zolpidem online pharmacy canada lynoral 0.5mg lynoral 0.05 mg uses nexium generic drug. Altace tablets nexium drug wiki retin-a cost australia retin-a micro gel price nexium prevacid same drug class gout medication aspirin. Retin-a prescription price tretinoin prescription strengths tretinoin 0.1 cream price generic baclofen canada baby aspirin blood pressure medication. Cost of retin-a prescription taking aspirin and blood pressure medication altacef 250 tablet buy generic baclofen lynoral 0.01 mg use lynoral 0.01 mg used. Is it ok to take aspirin with blood pressure medication lipitor otc uk aspirin high blood pressure medication nexium drug interaction plavix baclofen generic and brand name. Lynoral 1mg what does generic baclofen look like tretinoin 0.05 cream price tretinoin cream usp 0.025 cost nexium class of drug aspirin blood pressure medication. Baclofen is generic for obagi tretinoin cream best price generic of baclofen Viagra pills for sale cheap nexium interactions drugs altacet zel czy tabletki. Baclofen generic cost is baclofen generic for soma obagi tretinoin cream price nexium drug classification nexium interactions with other drugs. retin-a prices canada tretinoin price lipitor otc nexium and plavix drug interactions lipitor otc wall street journal. Obagi tretinoin cream best price use of lynoral 0.05mg baclofen generic price tretinoin cream india price nexium interactions other drugs tretinoin cream prescription cost. Aspirin allergy medications avoid lynoral 0.01 mg contraceptive pill tretinoin emollient cream price lipitor and prilosec otc lynoral dose tablet altacef 500. Baby aspirin and blood pressure medication retin-a price retin-a best prices tretinoin 0.05 gel cost tretinoin 0.05 cream 45gm price. Use of lynoral 0.01mg does tretinoin cream require a prescription nexium drug nutrient interactions tretinoin 0.05 cream 45gm price.


Archive for the 'Mostre' Category

“Nexus”, la nuova personale di Fabio Massimo Caruso allo Spazio Comel di Latina dal 7 al 22 febbraio 2015

NEXUS
Progetto artistico
di Fabio Massimo Caruso

Nexus è il titolo della mostra personale di Fabio Massimo Caruso che sarà inaugurata il giorno 7 febbraio 2015 allo Spazio Comel, alle ore 18.30 in via Neghelli 68 – 04100 Latina (LT).
La Galleria sarà aperta da martedì a giovedì, dalle ore 18.00 alle 20.00, da venerdì a domenica, dalle ore 17.00 alle 21.00.
Lo Spazio Comel ospiterà la personale dal 7 febbraio al 22 febbraio 2015.

Il progetto artistico che si realizzerà nello straordinario spazio della Galleria, nell’augurio che possa incontrare l’interesse del pubblico, si pone l’obiettivo di dare una forma all’incontro tra persone provenienti da realtà tanto lontane e diverse e un luogo dove poter costruire un futuro. La metafora inizierà ad essere configurata al momento dell’inaugurazione della personale di Fabio Massimo Caruso, grazie anche al contributo di alcune performance e con la proiezione di alcuni video.
Le 30 opere di Fabio Massimo Caruso esposte sulle pareti dello Spazio Comel, accompagneranno le diverse performance delineando la tematica del progetto. I dipinti rimarranno esposti fino al 22 febbraio termine della mostra.

Nexus intende rappresentare l’entusiasmo, i sacrifici, la creatività, l’impegno e le aspirazioni delle genti che si sono spostate per raggiungere una destinazione che desse loro un germoglio di speranza, da cui poi far generare occasioni nuove di vita dando il via ad una trasformazione continua del territorio. Il flusso delle persone che si sono mosse dai luoghi di appartenenza ha trovato nel confronto con la terra che li avrebbe ospitati, soluzioni alternative, unendo culture, storie, abitudini e sogni che hanno permesso poi di mutare la prospettiva della propria vita.

Il progetto Nexus, si propone di poter configurare la relazione andatasi a creare tra il flusso di persone provenienti dal Veneto, Friuli e dall’Emilia e il territorio intorno alla città di Latina che le avrebbe poi accolte.

A simboleggiare la dinamica dell’evento al momento dell’inaugurazione contribuiranno:
La performance, dello stesso Caruso, che su di una superficie appositamente preparata creerà attraverso i segni e la materia pittorica, forme che alludono a persone che si muovono, che si spostano che si incontrano.

Seguirà la performance del Maestro Alberto Antinori compositore, arrangiatore e polistrumentista che con le corde della sua chitarra entrerà nel tessuto dell’evento, trasformando le note in colori.

Interverrà il soprano Laura Di Marzo che con il prezioso strumento della sua voce dipingerà nello spazio della Galleria tonalità avvincenti in accordo con le altre performance.

Mentre avviene il susseguirsi delle performance e sul grande schermo dello Spazio Comel saranno proiettati dei video in sintonia con il tema dell’evento dell’artista francese Mathieu Duvignaud (Natal – Brasile), che andrà in loop per tutto l’arco della serata e per il proseguo della mostra.

Monica Ferrarini curatrice e critica d’arte nel corso dell’inaugurazione interverrà, illustrando i presenti sul fecondo ma anche tempestoso rapporto una volta esistente tra gli artisti, affermando che proprio quel confronto acceso tra cuori infiammati dall’arte è stato uno dei motivi che ha fatto nascere correnti artistiche e avanguardie. Una connessione considerata prima come un prezioso e fruttuoso scambio ma che nel tempo è andato purtroppo via via ad affievolirsi.

Il senso dell’idea Nexus si può sviluppare ovunque nel mondo perché le persone che si incontrano e trovano nel contatto una armonizzazione che li unisce e dalla quale può nascere una scintilla malgrado le diversità sociali, culturali e umane crea poi soluzioni, occasioni che trasformano e rinnovano l’esperienza umana.
L’incontro quando ha fertilità di intenti è corrente elettrica, un generatore di opportunità, un germoglio che matura e diviene fioritura, vive di una dinamica intensa ed è diffusore di un grande ardore creativo.

L’evento artistico vuole riproporre in una apposita veste l’esperienza (giugno 2014) di Fabio Massimo Caruso a Natal in Brasile alla Pinacoteca Potiguar con il progetto artistico “U Percurso (Il Percorso)” in occasione di “Italia na Copa” – manifestazione ideata ed organizzata dall’Ambasciata italiana con sede a Brasilia, dove la mostra dell’autore ha simboleggiato pittoricamente l’antico e contemporaneo legame tra il popolo italiano e quello brasiliano.

Contributo all’evento:

IMAGO: www.imgproduzioni.it
Domenico Bartolomei: Supporto tecnico
Stefano Donati: Comunicazione
Massimo Di Soccio: Fotografie

- Scarica l’invito (formato Jpg, 1 MB)

“Il Percorso – O Percurso”, dal 25 giugno al 5 luglio alla Pinacoteca Potiguar di Natal (Brasile)

Il progetto artistico nell’ambito della manifestazione culturale Italia na Copa, ideata e progettata dall’Ambasciata Italiana in Brasile ha voluto rappresentare il legame che unisce l’Italia ed il Brasile, con una serie di dipinti che esprimono la relazione fra i 2 popoli. Le opere sono state realizzate a giugno nella residenza d’artista nella Pinacoteca Potiguar di Natal, grazie alla collaborazione con la Segreteria della cultura dello Stato dove sono state visibili dal pubblico, dagli artisti e dagli addetti ai lavori nel loro processo graduale di elaborazione. A simboleggiare il rapporto che unisce il Brasile e l’Italia, è la forma pittorica del pesce che si delinea nelle tele attraverso i segni, i colori e la materia della tessitura materica. Dopo la prima inaugurazione il 22 giugno a Casa Azzurri, il progetto artistico ha avuto una seconda inaugurazione nella stessa Pinacoteca il giorno 25 dove le tele hanno fatto ritorno.

- La rassegna stampa (Pdf – 3,32 MB)

- Le foto della realizzazione delle opere su flickr e su Facebook

“Con la nuvola di Magritte”, personale di Fabio Massimo Caruso alla Galleria Angelica di Roma dal 17 novembre 2012

SABATO 17 NOVEMBRE 2012
Inaugurazione della mostra CON LA NUVOLA DI MAGRITTE
di FABIO MASSIMO CARUSO

Sino al 1 dicembre la Biblioteca Angelica – Galleria Angelica di Roma ospiterà la mostra di Caruso: 30 dipinti su tela e 50 tra disegni e bozzetti per raccontare un percorso artistico dal 1992 ad oggi

CON LA NUVOLA DI MAGRITTE: questo il titolo della personale di Fabio Massimo Caruso che si inaugurerà SABATO 17 NOVEMBRE 2012 [vernissage dalle ore 18.30 alle ore 21.30] e che sarà ospitata nei meravigliosi spazi della Galleria Angelica – Biblioteca Angelica di Roma, in via di Sant’Agostino, sotto l’egida del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
Uno dei luoghi espositivi più belli della Capitale accoglierà, sino al 1 dicembre 2012, la personale di Caruso: 30 opere su tela e 50 tra disegni e bozzetti per raccontare un percorso artistico dal 1992 ai giorni nostri.
Proprio nel 1992, infatti, Fabio Massimo Caruso fu protagonista di una mostra a Cortina il cui titolo era “Vedo Fiori…” e che è divenuto il punto di partenza del percorso espositivo in mostra a Roma: l’atmosfera della Biblioteca Angelica ha generato in Caruso l’idea di un progetto artistico che fosse contestualizzato negli spazi della stessa Galleria capitolina.
La realizzazione della mostra ha tratto ispirazione da due racconti: il primo, intitolato Milena e la nuvola di Magritte, scritto dall’Artista nel 1992 dopo un viaggio da Roma a Cortina con la grande scrittrice italiana Milena Milani per la mostra in programma alla Terrazza Cortina, e uno del 2012 elaborato dalla stessa Milani e intitolato La nuvola di Magritte.

“I due scritti, il suo ed il mio, sono contenuti nel catalogo della mostra – spiega lo stesso Caruso – e avranno il compito di uniformare la mostra all’atmosfera letteraria del prezioso luogo romano, con l’esposizione di opere nate negli anni Novanta, gli anni di “Vedo Fiori”, arrivando sino ad oggi. Saranno esposti, insieme ai dipinti, una serie di disegni, bozzetti e lavori su carta, alcuni dei quali troveranno collocazione accanto a preziosi manoscritti e volumi della Biblioteca Angelica”.

All’inaugurazione sarà presente Ruggero Savinio: l’artista e intellettuale di rilievo nazionale e internazionale scrisse nel 1992 – in occasione della mostra “Vedo Fiori” di Cortina – un testo poetico incentrato sui lavori di Caruso.

Scarica:
- Comunicato stampa (pdf)
- Invito (jpg)

“GiocoFuori”, i video dell’evento

Il video dell’inaugurazione della mostra GiocoFuori, all’Eidostudio di Napoli dal 21 ottobre al 18 novembre 2011:

E il servizio dedicato alla mostra dal TGR-Campania:

“L’ARTERITIVO Rock” a Napoli dal 27 gennaio al 18 febbraio 2012

Le Tubature Sonore & Il Sottomarino Giallo - 2012, computer grafica, cm 80x110Al PAN dal 14 gennaio 2012 al 26 febbraio 2012, la musica si mette di nuovo in mostra! Il PAN – Palazzo delle Arti di Napoli ospiterà la seconda edizione di “Rock!”, mostra/evento sul rock e i suoi linguaggi. La manifestazione sarà presente in appuntamenti e in differenti luoghi di Napoli con la rassegna “ROCK! OFF”.
Leggi tutto ‘“L’ARTERITIVO Rock” a Napoli dal 27 gennaio al 18 febbraio 2012′

GIoCofUoRI, a Napoli dal 21 ottobre al 18 novembre 2011

GIoCofUoRI
Progetto di Fabio Massimo Caruso e Francesca Maione
partecipazione al progetto Annalisa Caputo

GIoCofUoRI è la sorprendente personale di Fabio Massimo Caruso che verrà rappresentata a “L’ARTERITIVO” – Napoli da venerdì 21 ottobre a venerdì 18 novembre 2011. GIoCofUoRI è anche un’opera ed è composta di 35 tele di cm 24×18, i visitatori possono addentrarsi nella sua combinazione, farne parte, diventarne protagonisti, e in piena libertà espressiva “mescolare le carte” (i piccoli dipinti), come in un gioco che scombina tutto e poi riporta all’ordine desiderato. Le tele sono allestite in un apposito tabellone, che permette ai visitatori di manovrarle con fluidità e poter creare nuove formazioni.
Gli ospiti poi seguendo un libero percorso all’interno dello spazio espositivo potranno entrare in dialogo con 25 opere di grandi, medie e piccole dimensioni che confabulano tra loro allestite sulle pareti de L’ARTERITIVO, partecipando così al misterioso colloquio. Oppure trasferirsi in un’altra stanza e “visitare” l’installazione, percorrerne l’andatura che si materializza dalla parete, si posiziona sul pavimento a diversi livelli e spostarne gli elementi della composizione perché ognuno quando gioca fuori non deve avere limiti.

Dal testo GIoCotra di Annalisa Caputo docente di Filosofia Università degli studi di Bari A. Moro: “Questo è un play: un giocare s-corniciato, posto ‘fuori’ di uno spazio delimitato; un giocare la cui logica si va a definire nel momento stesso in cui si gioca; un giocare, un creare, un mettersi in opera che modifica le proprie regole nel momento stesso in cui le crea. E perciò è un gioco-fuori, la cui struttura non è interna, ma esterna; non è fissata dall’opera, ma è ogni volta scomposta e ricomposta dalla libertà delle mani e degli occhi di chi ne fa esperienza.”

Dal testo GIocafuori di Francesca Maione ideatrice e organizzatrice de l’Arteritivo: “Nei suoi lavori rinasce faticosamente, frutto di una composizione evolutiva, la misteriosa illusione che accarezza da sempre tutti noi: il gioco. Giocofuori, obbliga a nascere ed a vivere. Giocofuori è il controllo delle forze esterne ed ineluttabili…un mondo fragilmente fantasioso ma al tempo stesso contenente nella sua forza l’esigenza prenatale che spinge verso la luce di un’esistenza nuova.”

Dal testo Io GIocofuori di Fabio Massimo Caruso: “Giocofuori perché l’arte quella buona, quella che ha la fragranza del pane appena sfornato quando si muove trasporta solo leggerezza sollevandosi dalla pesantezza del mondo. Per la scarsa agilità propositiva, l’inerzia, l’opacità generale, l’assenza di contemporaneità non c’è posto nelle valigie. Sono d’ostacolo! Giocofuori è una trasferta in un campo dove le porte sono senza rete e quando ci tiri la palla che azzecchi un tiro fatto bene si perde nell’infinito spazio della fantasia. E tutti guardano perché da felicità…è davvero un’opera riuscita!”

Dove: L’ARTERITIVO – via G. Ferrigni 20, Napoli
Quando: da venerdì 21 ottobre a venerdì 18 novembre 2011
Inaugurazione: venerdì 21 ottobre ore 19.00
Orari: dal lunedì al venerdì 16.00 – 20.00

Info: Francesca Maione +390817641370 – 3396822477
info@arteritivo.com – eidostudio.aef@gmail.com
www.arteritivo.com – www.npmagazine.it

Leggi:
- GIoCotra, di Annalisa Caputo (Pdf)
- Io GIocofuori, di Fabio Massimo Caruso (Pdf)

Scarica il comunicato (Pdf)

“Arte a la Carte”, arte e gusto a Napoli dal 13 al 20 luglio 2011

Dal 13 luglio sarò ospite, a Napoli, di “Arte a la Carte”.

- Arte a la Carte nasce da un’idea di Francesca Maione Architetto e designer, ed è promosso dal team di progetto: Isabella Giannuzzi Savelli e Alessandro Narciso.
L’evento è in programma a Napoli da mercoledì 13 luglio al successivo mercoledì 20.
Il progetto vedrà coinvolte nella sua edizione 2011, le seguenti Location:
L’ARTERITIVO via Ferrigni n° 20, dalle ore 19.00 alle 21.00 poi ad oltranza fino alle 24.00; MABRUK via Cavallerizza a Chiaja n° 46 e il NAIS via Ferrigni n° 29.

- Arte a la Carte è un “percorso artistico degustativo” che si pone come punto di riferimento per gli appassionati d’arte attraverso il coinvolgimento di artisti contemporanei emergenti in un percorso creativo e di sapori nel salotto storico di Chiaja. Si propone per la sua prima edizione come catalizzatore tra arte e gusto delineando un cammino perfettamente in tema con le tradizioni artistiche e gastronomiche italiane. Autori partecipanti all’evento:
Bella’mbriana, Alda Capolino, Fabio Massimo Caruso, Antonella Del Piero, Stefania Del Vecchio, Christian Fremont, Kersì, Monica Mazzanti, Massimiliano Mirabella, Daniela Morante, Alessandro Narciso, Fabio Perricone, Fabrizio Scala, Paola Tursi, Deborah Esposito Treumann, Ulderico, Sarah Van Hoe.
Leggi tutto ‘“Arte a la Carte”, arte e gusto a Napoli dal 13 al 20 luglio 2011′

“CENTOCINQUANTAX150moX150mm.”, dodici eventi da giugno a dicembre 2011

Solchi - 2011, acrilico su pluriboll su supporto di cartone, cm 15x15Partecipo con l’opera “Solchi” al progetto “CENTOCINQUANTAX150moX150mm.”, un percorso artistico itinerante che celebra il 150° dell’Unità d’Italia.
- La scheda dell’opera
- Il comunicato stampa
- Il sito del progetto

“CENTOCINQUANTAX150moX150mm.”, progetto artistico ideato da XX.9.12 FABRIKArte, è un work in progress itinerante declinato in 12 eventi compresi tra giugno e dicembre 2011, in un percorso tutto italiano.
Il codice di accesso, il numero 150, sta ad indicare le differenti vie che portano ad un’unione che non sia meramente celebrativa: 150 opere d’arte visiva, 150mo dell’unità d’Italia, 150×150 millimetri la misura della singola opera d’arte.
E’ proprio il concetto di unione il filo conduttore dell’intero progetto: l’unione di artisti, l’unione di curatori, l’unione di spazi, l’unione di associazioni, l’unione di Enti.
L’unione di idee
.

“CENTOCINQUANTAX150moX150mm.” è un progetto che si oppone al “disservizio” culturale, che va contro alla logica della mercificazione intellettuale, dimostrando che esiste una reale possibilità di fare arte in maniera concreta e trasparente.
Che c’è la possibilità di fare arte per/con tutti.

“CENTOCINQUANTAX150moX150mm.” non impone una mostra collettiva sui generis, anzi, contrasta le collettive selvagge che di questi tempi spadroneggiano nello scenario dell’arte contemporanea.
Non quindi tanti artisti spesso estranei tra loro a condividere uno spazio, ma artisti che cooperano nel creare un’unica opera: dall’idea di mostra collettiva, all’idea di opera collettiva.
Questa idea di percorso collettivo, si manifesta anche nell’abbattimento del concetto di “tempo”. La performance che accompagna gli eventi, accomuna artisti di oggi a 15 artisti e ispiratori dei tempi passati che, con la loro “esposizione” virtuale, simboleggiano il vero concetto di condivisione: quello che sa abbattere anche le barriere temporali.

L’opera collettiva diviene un’installazione composita mutevole che si insinua, adattandosi, alle diverse location ospitanti che non sono necessariamente gallerie d’arte, ma anche spazi di aggregazione dalle caratteristiche più svariate.
Un modo democratico di considerare l’arte, di renderla accessibile a tutti, dando al pubblico la possibilità di cogliere le diverse interpretazioni espressive degli artisti.
Seguendo il tema dei passi, passi individuali e collettivi che si susseguono attraversando spazi e tempi diversi, si costruisce un percorso che, quando interseca quello dell’altro, costituisce il cammino.
Cammino che esplora l’Italia fermandosi in diverse città, per testimoniare l’idea che il modo nuovo di FABRIKARE arte e cultura c’è.

donatella.meropiali & maria.angela.brion/XX.9.12 FABRIKArte

Ecocentrica – Biennale della sostenibilità, a La Spezia da giovedì 31 marzo 2011

Parteciperò con una mia opera all’esposizione Ecocentrica 2011 – Prima Biennale della sostenibilità, che verrà inaugurata giovedì 31 marzo a La Spezia presso il Centro Fieristico Speziaexpò. L’opera si chiama Dance ed possibile leggere la sua scheda nell’apposita pagina del sito di Ecocentrica.

Il comunicato stampa dell’evento:

Dal 31 marzo al 3 aprile 2011, presso il Centro Fieristico Spezia Expò della Spezia, verrà presentata in prima nazionale ECOCENTRICA 2011 – Biennale della Sostenibilità, un evento unico nel suo genere teso a promuovere l’introduzione e lo sviluppo, nell’abitare e nel vivere quotidiano, di comportamenti ecosostenibili.
Nata da un partenariato culturale tra le Province della Spezia e di Venezia, la manifestazione vede coinvolto il Centro Fieristico della Spezia e mira a configurarsi nel tempo come un evento strategico di rilevanza nazionale, proponendosi come luogo di incontro privilegiato per gli operatori del settore.
L’assoluta novità è che i diversi aspetti legati a sostenibilità e compatibilità ambientale saranno evidenziati ed approfonditi, oltre che nel consueto ambito fieristico, anche all’interno di un contenitore particolare ed estremamente suggestivo: la “Casa Sensoriale”, un appartamento domotico “tipo” in cui verrà realizzato un connubio importante tra tecnologia e sostenibilità.
Per il progetto di allestimento, la direzione scientifica (Studio Nealinea & Partners) si è avvalsa della collaborazione dello Studio G@ut di Firenze; per la consulenza tecnologica nella realizzazione degli impianti domotici, della società I+ Srl.
Ampio spazio sarà dato alle nuove tendenze nell’ambito dell’EcoArte e dell’EcoDesign, mentre un focus tematico (sviluppato all’interno del Corso di Laurea in Disegno Industriale e del Corso di Laurea Magistrale in Design dell’Università di Firenze e dal Dipartimento INDACO del Politecnico di Milano) sarà dedicato all’innovazione progettuale nel campo della sostenibilità ambientale e dell’ergonomia.
Molti i partner d’eccezione, tra i quali Matrec, Premio Salerno in Arte, BPT Group, Intermark Sistemi – AMX, Garvan, Merten by Schneider, Moab80, Schiffini Mobili Cucine, 13 Ricrea, Alborno/Grilz, Alulife, Ballarini, Borea, Codal, Ecoplus, FIAM Italia, Giardinia, Gielleplast, Hofer Eberhard – Tiefenthaler, Idea Naturale – Cinius, Kubedesign, Moeco, La Bottega del Mobile, OfficinaLanzi, Parquet SNC, Q-BO Project, Raggio Verde, Regenesi, Zo-loft.
Sul sito ufficiale della manifestazione (www.ecocentrica.net), è possibile scoprire l’originalità e l’importanza dell’evento, le opportunità per i visitatori, i partner, la location e il programma degli eventi collaterali.

Ecocentrica 2011
Dal 1 aprile al 3 aprile 2011
Inaugurazione Giovedì 31 Marzo alle 18.00
Centro Fieristico SpeziaExpò, La Spezia
0187 513131
Orario: 10.00 – 19.30
Ingresso Gratuito

“Faticosamente Salire”, inaugurazione sabato 5 febbraio 2011 alle Scuderie Aldobrandini di Frascati

FATICOSAMENTE SALIRE
Doppio verso – Artisti a confronto

Opere di Tito e Fabio Massimo Caruso
Progetto di Gianna Clemente, Giornale Radio Rai
Cura e testi di Roberto Gramiccia

Faticosamente Salire è il titolo della nuova esposizione della serie “Doppio verso – Artisti a confronto”, che si inaugura sabato 5 febbraio 2011 con il Patrocinio del Comune di Frascati alle ore 18,30, nella quale, pur nell’autonomia dei linguaggi, un grande scultore, Tito, entra in dialogo con un affermato pittore, Fabio Massimo Caruso. Le opere presenti nello spazio espositivo saranno 30, tra cui sculture lignee di grande formato che vanno dagli anni ’80 agli anni 2008 e dipinti ad olio ed acrilici di ampie e medie dimensioni dagli anni 2000 ad oggi.
Si tratta di un’occasione speciale che, grazie agli spazi fascinosi e preziosissimi delle Scuderie Aldobrandini, ristrutturate dall’Architetto Massimiliano Fuksas, consente quanto mai opportunamente in questi tempi bui di riconfermare l’attualità e la salienza della scultura, intesa come ricerca plastica antimonumentale, e della pittura, intesa come poesia agita attraverso le forme e i colori (Ut pictura poesis).
La riconferma della attualità di questi linguaggi è ottenuta attraverso l’esposizione di opere di altissima qualità che sono frutto di un lavoro quotidiano e meticoloso in grado di portare a valore il talento dei due artisti. Entrambi hanno sperimentato la fatica del creare e la soddisfazione di risultati che, oggi, grazie a questa mostra possono diventare patrimonio comune, testimonianza vibrante di un “faticoso salire”.
Leggi tutto ‘“Faticosamente Salire”, inaugurazione sabato 5 febbraio 2011 alle Scuderie Aldobrandini di Frascati’


Email: fabio.massimo.caruso@alice.it
Tel.: +39 3387280261