Movimento artistico “Astractura”, Fabio Massimo Caruso tra gli artisti delle esposizioni di Ercolano (Napoli) e Benevento

Partitura n°2 in esposizione alla Rocca dei Rettori – Sale medievali a Benevento

L’opera “Partitura n°2″ in esposizione alla Rocca dei Rettori – Sale medievali a Benevento

Dal 10 dicembre 2017, Fabio Massimo Caruso è entrato a far parte del movimento artistico Astractura, partecipando nei primi mesi del 2018 alle sue esposizioni ad Ercolano (Napoli) e Benevento: “I temi di Astractura e la Sensibilità astrattista”, Scuderie Reali di Villa Favorita di Ercolano (link Facebook); “Astractura e le sue ragioni”, Arte Studio Gallery, Benevento (link Facebook); “Testimonianze storico-artistiche”, Rocca dei Rettori – Sale medievali, Benevento (link articolo).

Il movimento artistico Astractura

Astractura, movimento fondato da Rosario Pinto conta, ormai, già quasi dieci anni di vita, ed opera nell’ambito dell’Astrazione Geometrica.
Le parole d’ordine di Astractura sono tre: Linearismo, Cronotopia, Cinestetismo e valgono come punti di orientamento alla cui stregua si possa procedere alla messa in campo di un progetto creativo che possa valere non soltanto come dato artistico, ma anche come suggerimento di una ‘visione del mondo’, come, cioè, un ordinamento di pensiero che ambisce a rendere la pratica artistica, in un certo senso, una pratica ‘diversamente filosofica’.
Conviene aggiungere che Astractura non rimane chiusa in se stessa: si apre all’esperienza multipla e diversificata nell’ambito della temperie astrattista, procedendo a porsi come via ecumenica ed inclusiva nei confronti delle varie scansioni astrattiste che caratterizzano questa particolarissima branca dell’arte contemporanea. Procede, inoltre, Astractura a valorizzare il ruolo del fruitore, chiamandolo, in modo propositivo, ad avere parte attiva nel processo estetico.
Gli artisti del Movimento Astractura: Maurizio Bonolis, Rosario Buccione, Francesco Gallo, Antonio Minervini, Angelo Bellani, Carmen Novaco, Salvatore Starace, Fabio Massimo Caruso, Lucia Di Miceli, Salvatore Giunta, Lorenzo Bocca, Michele Marzo, Helena Dombrowska.

Leggi tutto ‘Movimento artistico “Astractura”, Fabio Massimo Caruso tra gli artisti delle esposizioni di Ercolano (Napoli) e Benevento’

FLOW Performance Artistica di Fabio Massimo Caruso, dal 18 al 22 marzo 2017

WASTEWATER (acque reflue), sarà la tematica con cui si celebrerà il giorno 22 marzo 2017, la Giornata Mondiale dell’Acqua.
Le acque reflue sono argomento di profondo interesse internazionale per gli effetti del loro sversamento in fiumi, laghi, stagni, paludi, come pure la necessità del loro recupero a favore delle esigenze primarie dell’umanità e per il sano sviluppo dell’ambiente.

FLOW intende rappresentare metaforicamente la connessione tra il flusso pittorico generato dall’Artista sulla tela ed il flusso del prezioso liquido H2O.
L’Arte racconta quindi, attraverso la pittura, con la purezza e la libertà del gesto poetico, l’azione dell’uomo che mette in atto, per il bene futuro della Terra, la rinascita delle acque reflue in acque per usi sostenibili.
Nella poetica del progetto l’acqua ritrova nel suo scorrimento l’antica integrità e grazie all’incontro con la nobile azione dell’uomo viene ricondotta alla sua naturale purezza.

A completare il progetto saranno esposte altre opere inerenti al tema dell’acqua, affinché il dialogo con i visitatori assuma un valore più coinvolgente e partecipativo, con l’intento di comunicare quanto l’acqua sia elemento prezioso e insostituibile, che va necessariamente protetto prevenendo il suo inquinamento e il suo impoverimento, amministrando onestamente la sua ricchezza.

FLOW Performance dell’Artista Fabio Massimo Caruso, avrà il suo momento culminante il giorno 22 marzo a Roma nella Galleria Spazio 40 in via dell’Arco di San Calisto 40 alle ore 18.00.
Interverrà il Dott. Pier Paolo Pascali, Dirigente AGIS, introducendo il tema dell’evento.
Seguirà il gruppo musicale degli Oltre Project con una esecuzione di brani. La formazione per la serata del 22, sarà composta dal pianista, arrangiatore e compositore Lorenzo Apicella, la vocalist Francesca Fusco e il sassofonista Luigi Tresca. Il Trio eseguirà dei brani compenetrati al tema dell’evento. In particolare, uno di questi è Goccia d’acqua tratto dal loro album d’esordio Coloured Shadows.
Al termine della performance musicale l’evento continuerà, senza preclusioni d’orario.

Nei giorni precedenti, sabato 18, domenica 19, lunedì 20, martedì 21, la Performance dell’artista inizierà in Galleria alle ore 11.00 e proseguirà ininterrottamente fino alle ore 19.00 per tutte le date.

Fabio Massimo Caruso a “Brasil” su Radio1

Il 28 settembre 2015 Fabio Massimo Caruso è stato ospite di “Brasil” – programma di Rai Radio 1 dedicato alla musica e alla cultura del Brasile contemporaneo – per raccontare il suo incontro con i colori di questa terra in occasione del progetto artistico organizzato a Natal.

Qui è disponibile l’audio della trasmissione:

Leggi tutto ‘Fabio Massimo Caruso a “Brasil” su Radio1′

World of Fashion 2015, “La Rete” di Fabio Massimo Caruso protagonista dell’evento

World of Fashion, Roma 12 luglio 2015, location Hotel St Regis (ex Grand Hotel), evento inserito nel calendario ufficiale di ALTAROMA giunto alla sua XV edizione.
La manifestazione ogni anno è al centro dell’attenzione di giornalisti dell’alta moda nazionale e internazionale, buyer, personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo. L’obiettivo principale di questo evento è stato il dialogo attraverso il linguaggio della moda, come punto incontro tra culture lontane.
L’opera “La rete” è stata selezionata per la sua particolare tessitura pittorica che trova un dialogo spontaneo con le creazioni presentate degli stilisti, per questa felice connessione il dipinto è stato scelto come protagonista della scenografia di sfondo della passerella.

Le immagini della serata:

- Galleria fotografica
- World of Fashion 2015: arte e cultura scendono in passerella
- World of Fashion 2015: la moda, un dialogo tra culture lontane

“Nexus”, la nuova personale di Fabio Massimo Caruso allo Spazio Comel di Latina dal 7 al 22 febbraio 2015

NEXUS
Progetto artistico
di Fabio Massimo Caruso

Nexus è il titolo della mostra personale di Fabio Massimo Caruso che sarà inaugurata il giorno 7 febbraio 2015 allo Spazio Comel, alle ore 18.30 in via Neghelli 68 – 04100 Latina (LT).
La Galleria sarà aperta da martedì a giovedì, dalle ore 18.00 alle 20.00, da venerdì a domenica, dalle ore 17.00 alle 21.00.
Lo Spazio Comel ospiterà la personale dal 7 febbraio al 22 febbraio 2015.

Il progetto artistico che si realizzerà nello straordinario spazio della Galleria, nell’augurio che possa incontrare l’interesse del pubblico, si pone l’obiettivo di dare una forma all’incontro tra persone provenienti da realtà tanto lontane e diverse e un luogo dove poter costruire un futuro. La metafora inizierà ad essere configurata al momento dell’inaugurazione della personale di Fabio Massimo Caruso, grazie anche al contributo di alcune performance e con la proiezione di alcuni video.
Le 30 opere di Fabio Massimo Caruso esposte sulle pareti dello Spazio Comel, accompagneranno le diverse performance delineando la tematica del progetto. I dipinti rimarranno esposti fino al 22 febbraio termine della mostra.

Nexus intende rappresentare l’entusiasmo, i sacrifici, la creatività, l’impegno e le aspirazioni delle genti che si sono spostate per raggiungere una destinazione che desse loro un germoglio di speranza, da cui poi far generare occasioni nuove di vita dando il via ad una trasformazione continua del territorio. Il flusso delle persone che si sono mosse dai luoghi di appartenenza ha trovato nel confronto con la terra che li avrebbe ospitati, soluzioni alternative, unendo culture, storie, abitudini e sogni che hanno permesso poi di mutare la prospettiva della propria vita.
Leggi tutto ‘“Nexus”, la nuova personale di Fabio Massimo Caruso allo Spazio Comel di Latina dal 7 al 22 febbraio 2015′

Rai Cultura, online “La pittura ‘mundial’ di Fabio Massimo Caruso”

Il portale di Rai Cultura dedicato all’arte e al design celebra la pittura di Fabio Massimo Caruso dopo la sua partecipazione al progetto artistico “Italia na Copa”, con una galleria di foto che documenta il lavoro svolto dall’artista nella Pinacoteca Potiguar di Natal.

Quella che segue è la didascalia che accompagna le fotografie:

Una galleria di immagini che documenta il lavoro dell’artista italiano Fabio Massimo Caruso, che – unico pittore italiano selezionato – ha preso parte al progetto lanciato dall’Ambasciata d’Italia: “Italia na Copa” in occasione dei mondiali di calcio in Brasile. Le opere rappresentano il legame tra l’Italia ed il Brasile, simboleggiato dalla forma pittorica del pesce e sono state realizzate da Caruso durante il suo soggiorno a Natal, sede del ritiro dell’Italia. I dipinti sono stati esposti prima a “Casa Azzurri”, base della Nazionale Italiana e in seguito nella Pinacoteca Potiguar, uno dei principali centri artistici della città brasiliana.

“Il Percorso – O Percurso”, dal 25 giugno al 5 luglio alla Pinacoteca Potiguar di Natal (Brasile)

Il progetto artistico nell’ambito della manifestazione culturale Italia na Copa, ideata e progettata dall’Ambasciata Italiana in Brasile ha voluto rappresentare il legame che unisce l’Italia ed il Brasile, con una serie di dipinti che esprimono la relazione fra i 2 popoli. Le opere sono state realizzate a giugno nella residenza d’artista nella Pinacoteca Potiguar di Natal, grazie alla collaborazione con la Segreteria della cultura dello Stato dove sono state visibili dal pubblico, dagli artisti e dagli addetti ai lavori nel loro processo graduale di elaborazione. A simboleggiare il rapporto che unisce il Brasile e l’Italia, è la forma pittorica del pesce che si delinea nelle tele attraverso i segni, i colori e la materia della tessitura materica. Dopo la prima inaugurazione il 22 giugno a Casa Azzurri, il progetto artistico ha avuto una seconda inaugurazione nella stessa Pinacoteca il giorno 25 dove le tele hanno fatto ritorno.

- La rassegna stampa (Pdf – 3,32 MB)

- Le foto della realizzazione delle opere su flickr e su Facebook

“Ritratto d’artista: Fabio Massimo Caruso”, il video di Rai Cultura Arte&Design

Rai Cultura Arte&Design dedica un bel video alla pittura di Fabio Massimo Caruso, con le parole dell’artista che accompagnano le immagini che documentano la realizzazione degli ultimi lavori. Buona visione a tutti.

“Con la nuvola di Magritte”, personale di Fabio Massimo Caruso alla Galleria Angelica di Roma dal 17 novembre 2012

SABATO 17 NOVEMBRE 2012
Inaugurazione della mostra CON LA NUVOLA DI MAGRITTE
di FABIO MASSIMO CARUSO

Sino al 1 dicembre la Biblioteca Angelica – Galleria Angelica di Roma ospiterà la mostra di Caruso: 30 dipinti su tela e 50 tra disegni e bozzetti per raccontare un percorso artistico dal 1992 ad oggi

CON LA NUVOLA DI MAGRITTE: questo il titolo della personale di Fabio Massimo Caruso che si inaugurerà SABATO 17 NOVEMBRE 2012 [vernissage dalle ore 18.30 alle ore 21.30] e che sarà ospitata nei meravigliosi spazi della Galleria Angelica – Biblioteca Angelica di Roma, in via di Sant’Agostino, sotto l’egida del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
Uno dei luoghi espositivi più belli della Capitale accoglierà, sino al 1 dicembre 2012, la personale di Caruso: 30 opere su tela e 50 tra disegni e bozzetti per raccontare un percorso artistico dal 1992 ai giorni nostri.
Proprio nel 1992, infatti, Fabio Massimo Caruso fu protagonista di una mostra a Cortina il cui titolo era “Vedo Fiori…” e che è divenuto il punto di partenza del percorso espositivo in mostra a Roma: l’atmosfera della Biblioteca Angelica ha generato in Caruso l’idea di un progetto artistico che fosse contestualizzato negli spazi della stessa Galleria capitolina.
La realizzazione della mostra ha tratto ispirazione da due racconti: il primo, intitolato Milena e la nuvola di Magritte, scritto dall’Artista nel 1992 dopo un viaggio da Roma a Cortina con la grande scrittrice italiana Milena Milani per la mostra in programma alla Terrazza Cortina, e uno del 2012 elaborato dalla stessa Milani e intitolato La nuvola di Magritte.

“I due scritti, il suo ed il mio, sono contenuti nel catalogo della mostra – spiega lo stesso Caruso – e avranno il compito di uniformare la mostra all’atmosfera letteraria del prezioso luogo romano, con l’esposizione di opere nate negli anni Novanta, gli anni di “Vedo Fiori”, arrivando sino ad oggi. Saranno esposti, insieme ai dipinti, una serie di disegni, bozzetti e lavori su carta, alcuni dei quali troveranno collocazione accanto a preziosi manoscritti e volumi della Biblioteca Angelica”.

All’inaugurazione sarà presente Ruggero Savinio: l’artista e intellettuale di rilievo nazionale e internazionale scrisse nel 1992 – in occasione della mostra “Vedo Fiori” di Cortina – un testo poetico incentrato sui lavori di Caruso.

Scarica:
- Comunicato stampa (pdf)
- Invito (jpg)

“GiocoFuori”, i video dell’evento

Il video dell’inaugurazione della mostra GiocoFuori, all’Eidostudio di Napoli dal 21 ottobre al 18 novembre 2011:

E il servizio dedicato alla mostra dal TGR-Campania:

Email: fabio.massimo.caruso@alice.it
Tel.: +39 3387280261